Hosting Magento

Magento è un CMS (Content Management System) disponibile con licenza open source, lanciato sul mercato a marzo del 2008. Dopo l’acquisizione da parte di Adobe Inc., Magento è diventato ufficialmente “Adobe Commerce”; la versione più recente (2.4.4) è stata rilasciata ad aprile di quest’anno (2022). Si tratta, in sintesi, di una piattaforma per la creazione e la gestione di e-commerce, adatta ad una vasta gamma di business diversi, di piccole, medie e grandi dimensioni.

Magento consente di creare e-commerce multicanale, a partire da un’unica piattaforma in grado di supportare sia B2B che B2C (nonché modelli di business ibrido), implementando numerose funzionalità basate sul Cloud. Magento rappresenta un’opzione versatile e funzionale a disposizione di chiunque voglia lanciare online il proprio business e-commerce, modulando l’esperienza d’acquisto in relazione al proprio target e a specifiche esigenze pratiche e logistiche.

Pur essendo un ottimo strumento per la creazione di un e-commerce, Magento necessita di essere abbinato ad un adeguato servizio di hosting, ossia uno ‘spazio’ all’interno del quale allocare il sito e renderlo così accessibile agli utenti.

Perché scegliere un hosting Magento?

La scelta dell’hosting è molto importante, perché questo influenza direttamente le ‘prestazioni’ del sito, in particolare la velocità di caricamento delle pagine. Questo aspetto è particolarmente significativo e incide sull’esperienza di navigazione offerta all’utente; secondo i dati raccolti da Google, ad esempio, oltre la metà dell’utenza che visita un sito da mobile lascia le pagine che impiegano più di tre secondi a caricarsi. A conferma di quanto sia cruciale garantire fluidità di navigazione agli utenti, un report stilato da Akamai ha stimato che un ritardo pur minimo (un decimo di secondo) può tradursi in una perdita di conversione del 7%.

Va inoltre considerato che Google inserisce la velocità di caricamento tra i fattori di ranking, ossia i parametri che il motore di ricerca utilizza per determinare il posizionamento di una pagina web. In aggiunta, dallo scorso anno rientrano nei parametri di ranking anche i Core Web Vitals, ossia una serie di parametri volti a misurare le prestazioni di un sito sulla base dei dati raccolti dalla Chrome User Experience.

Un e-commerce più veloce è in grado di generare più conversioni e, di riflesso, maggiori profitti. A tal riguardo, uno studio Deloitte del 2020 ha evidenziato come una maggiore velocità di navigazione comporti un aumento dell’engagement e delle percentuali di conversione, anche in virtù di un miglioramento (apparentemente) minimo del tempo di caricamento pagina, pari ad un decimo di secondo. Da ciò si intuisce come le aspettative degli utenti siano destinate a crescere ulteriormente, in parallelo con l’utilizzo dei dispositivi mobili: secondo Insider Intelligence, entro il 2024 il volume delle vendite da m-commerce (mobile commerce) crescerà del 42,9%, superando i 620 miliardi di dollari. Di conseguenza, gli utenti del prossimo futuro saranno sempre più esigenti, prediligendo un’esperienza di navigazione sempre più veloce e ‘performante’.

Com’è facile intuire da quanto sottolineato fin qui, scegliere un servizio di hosting ‘giusto’ può determinare le fortune e il successo di un e-commerce ma individuare la soluzione più adatta alle proprie esigenze può non bastare. È necessario avvalersi del supporto di un professionista specializzato come Stefano Quitadamo, consulente per e-commerce e marketing digitale che offre un servizio specifico, improntato all’analisi ed alla risoluzione delle principali problematiche connesse alla gestione dell’hosting di un e-commerce creato con Magento.

Hosting Magento, le opzioni a disposizione

Scegliere un servizio di hosting per il proprio portale significa anzitutto vagliare le tante opzioni a disposizione. Esistono, infatti, numerosi provider che offrono questo tipo di servizio, ciascuno attraverso ‘pacchetti’ di soluzioni diversificate per budget e funzionalità.

A2 Hosting, ad esempio, consente di scegliere tra due piani tariffari (Turbo Boost e Turbo Max), con la possibilità di optare tra una durata annuale o triennale, con un diverso canone mensile. Siteground, invece, propone tre piani diversi: Startup, GrowBig e GoGeek. Ciascuno presenta un costo mensile diverso e si adatta alle dimensioni del business. Il piano ‘base’ consente di usufruire di SSL e dominio gratuito, backup giornaliero, un account e-mail e diverse funzionalità aggiuntive. Le altre opzioni mettono a disposizione strumenti di gestione più sofisticati, dal back-up on demand al PHP ultraveloce fino all’assistenza prioritaria prevista dal piano GoGeek. Anche Seeweb permette di scegliere tra tre piani tariffari diversi, ciascuno dei quali prevede anche un sottodominio di staging. Con LiquidWeb e Nexcess le soluzioni disponibili aumentano: il provider offre ben sei piani diversi, tutti piuttosto costosi rispetto alla media. Di contro, anche l’opzione più economica consente di gestire 10 domini diversi e di usufruire di 50 GB di spazio su disco (a fronte dei 10 GB offerti dagli altri provider come soluzione ‘base’) e 20 accessi simultanei. Molto più abbordabile è Hostinger, che propone tre piani tariffari (Startup, Professional e Cloud Globale) offrendo servizi comuni agli altri provider.

Come scegliere il miglior hosting Magento

Il costo mensile (o annuale) dell’hosting è solo uno degli aspetti da prendere in considerazione quando si valutano le diverse opzioni proposte dai provider. Vi sono, infatti, anche altri fattori su cui basare le proprie valutazioni:

  • Performance 

    Le prestazioni dipendono dall’ampiezza della banda, dello spazio messo a disposizione e dal volume di traffico garantito;

  • Gestibilità e risorse

    Sono due fattori che vanno a braccetto; un hosting che fornisce più risorse risulta, fisiologicamente, più semplice da gestire;

  • Backup

    Un buon servizio di hosting non può prescindere da backup periodici, meglio se giornalieri;

  • Assistenza

    Poiché l’imprevisto è dietro l’angolo, è bene affidarsi ad un provider in grado di garantire assistenza esclusiva e dedicata, anche 24 ore su 24;

  • Possibilità di upgrade

    Startup e piccoli business scelgono, fisiologicamente, piani ‘base’, anche in relazione al budget di spesa. Ciò nonostante, non bisogna escludere la possibilità che l’e-commerce si sviluppi e possa essere gestito mediante un piano di hosting più completo.

 

Conclusione: perché scegliere un hosting Magento e perché scegliere la consulenza di Stefano Quitadamo

Scegliere un hosting Magento in grado di rispondere appieno alle esigenze tecniche e gestionali del proprio e-commerce rappresenta un fattore di assoluto rilievo per il successo del proprio business. Un servizio in grado di assicurare prestazioni ottimali, in termini di velocità di caricamento e navigabilità, contribuisce ad aumentare significativamente le possibilità di conversione e i profitti maturati tramite il proprio business di vendita online.

Un e-commerce Magento, però, ha bisogno di una gestione professionale, specie in presenza di criticità rilevanti. Stefano Quitadamo, forte di una ventennale esperienza nel settore digital e tra i principali consulenti Magento in Italia, è la figura a cui rivolgersi per affrontare e risolvere ogni problematica riguardante l’hosting del proprio e-commerce attivo su Magento, dal blocco del Database all’ElasticSearch Crash, passando per errori di configurazione e anomali nell’utilizzo della CPU.

Hosting per Magento: quali problemi possiamo risolvere

Metadata Look Database Bloccato

Trigger Database Configurati Male

PHP OPCache non Configurato

ElasticSearch Crash. Spariscono i Prodotti

Alto Utilizzo della CPU dato da ElasticSearch

Alto Utilizzo CPU anche Senza Traffico

Sessioni degli Utenti Dirette sul Disco

Gateway Timeout e Attacchi DDos L4 / L7